Michelangelo Merisi da Caravaggio
Vocazione di San Matteo, 1599-1600
San Luigi dei Francesi, Roma

MAESTRI DELL'ARMONIA DELLA LUCE

 

La luce nasce dall'oscurità. Come l’alba che sorge dalla notte profonda, la luna risplende più luminosa in un cielo cupo.

A volte abbiamo bisogno di cadere attraverso l'abisso, raggiungere l'angolo più oscuro delle nostre anime, per trovare la forza di risalire e librarci, tra le ombre, verso la luce.

Caravaggio

 

Abbiamo tutti bisogno di qualcosa che ci aiuti a portare luce nelle nostre vite e, molto più di quanto si pensi, quel qualcosa è rappresentato dall’arte. Ogni dipinto o brano musicale racchiude in sé un frammento dell'anima eterna del suo autore. Come gli elementi di illuminazione Sagarti che, meravigliose opere d’arte e nel contempo espressione del più fine artigianato, risplendono di una luce reale e metaforica.

Creazioni che, una volta immerse nell’oscurità, si fanno ancora più radiose, ergendosi come unico elemento che il torbido oblio non riesce a divorare.

Malevich

È impossibile fare arte con successo senza riconoscere il valore di tutto ciò che possiamo imparare dai grandi maestri. Caravaggio ci ha insegnato la giustapposizione tra l'oscurità e la luce, che ha così abilmente trasmesso nei suoi dipinti. Dall'artista Kazimir Malevich apprendiamo il ruolo fondamentale della forma.

Una forma che, nel suo caos organizzato, è assolutamente inseparabile dal contenuto. Come insegnano gli autori classici russi nelle loro opere: c'è un po’ di ironia in tutto ciò che facciamo. L'ironia che diventa compagna imprescindibile nelle esperienze profonde, un valido alleato per non rischiare di perdere la via del ritorno verso la leggerezza. Senza dimenticare la capacità di ognuno di restare affascinato dalla semplicità e dalla familiarità.